Francisco Franco Caudillo della Spagna

Il 12 e il 13 febbraio 1941, si svolse a Bordighera l’incontro tra due dittatori , Francisco Franco e Benito Mussolini (nella foto a Grimaldi), mentre in Europa era già cominciato da 17 mesi il più cruento dei conflitti mondiali. Non era stato facile convincere il Caudillo a spostarsi dalle

nostre parti, anche perchè in Spagna ben si intuiva perché il cosiddetto Duce smaniasse di incontrarlo e quali fossero le richieste alle quali avrebbe dovuto dare risposta.   In effetti, nel faccia a faccia durato due giorni, da parte italiana si intimò a Franco  di schierarsi a sostegno delle potenze dell’’Asse per ripagare la cambiale del sostanzioso aiuto militare che nazismo e fascismo avevano fornito al colpo di stato del Generalissimo nel 1936\39. Nonostante le reiterate pressioni di Mussolini, già in serie difficoltà per  la perdita dell’Etiopia, le continue ritirate strategiche in Cirenaica e la rotta in Albania, l’esito dell’incontro fu un furbesco e diplomatico “vi faremo sapere” da parte spagnola. Alcuni mesi più tardi si verificò la sola, effettiva concretizzazione della due giorni bordigotta: l’invio sul fronte russo di un modesto corpo di spedizione falangista chiamato la “Divisione azzurra”, formato esclusivamente da volontari.

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.