Chi siamo

La Ditta Moreschi nasce in Lombardia nel 1872 a Palazzolo sull’Oglio (BS) quando Luigi Moreschi cambia la sua precedente attività cimentandosi nel nascente mestiere di fotografo spostandosi frequentemente a San Pellegrino Terme dove ritrae i numerosi turisti in periodo di Stagione. Il suo Studio e la sua attività vengono ereditati  dal figlio Vincenzo e dalla moglie Angiolina i quali ampliano l’importanza dell’impresa seguendo i numerosi clienti anche a Salsomaggiore Terme dove nel 1914 aprono lo Studio di Viale Romagnosi.  Successivamente si aggiungono i figli Gino Enrica, Rina e Gianni, continuando l’attività sino al 1980. A Sanremo, la Ditta Moreschi opera dall’anno 1927, quando Gianni Moreschi apre l’attuale Studio di Via Matteotti.  Nel frattempo Gianni Moreschi era stato creato Cavaliere del Regno d’Italia dalla Regina Margherita di Savoia alla quale aveva scattato l’ultima serie di ritratti ufficiali, autorizzato a fregiarsi del titolo di fornitore della Real casa, del Duca di Genova e del Duca degli Abruzzi. con il quale aveva collaborato personalmente alla stampa di fotografie delle sue spedizioni.   Nel decennio fra il 1930 ed il 1943 furono Gianni Moreschi e la moglie Anna a condurre l’azienda documentando tutti gli avvenimenti che caratterizzarono quel periodo di grande prestigio turistico e culturale; Gianni Moreschi era il fotografo ufficiale del Casinò e corrispondente fotografico dell’Agenzia Stefani.  Nel dopoguerra assieme ad Anna Moreschi cominciarono ad operare i tre figli Albertina, Mimma con il marito Renzo Antonelli, Alfredo e la moglie Fiorenza Groff che ripresero l’attività dei genitori in tutta la provincia spostandosi anche in diverse località d’Italia.  

 In seguito la Ditta Moreschi fu condotta anche dalla quinta generazione della famiglia: Giovanni Luca Antonelli ed Annamaria Moreschi Cravino che oggi è rimasta l’unica conduttrice.      L’attività svolta in questo lungo periodo ha permesso la creazione di un archivio generalista di immagini, dal 1850 ai giorni nostri con molte foto di personaggi e di uno specifico sulla Botanica con migliaia di foto relative alla flora locale, esotica spontanea e coltivata. A questo materiale iconografico analiticamente catalogato, l’unico esistente in Provincia per ampiezza ed importanza, hanno attinto le diverse Amministrazioni, Enti ed Organizzazioni, (non solo quelle locali) per la realizzazione di Mostre, pubblicazioni e numerosi articoli.  Tra queste ricordiamo le più importanti:

-La scoperta della Riviera – Le tre Storie della Floricoltura – Fiori di Liguria – Sanremo com’era – La Liguria dei trattati – Cinquantenario della Milano Sanremo – I fotografi liguri dell’ottocento. (2 Mostre e pubblicazioni) – Nobel a Sanremo – Enciclopedia Motta: tre volumi di Botanica – Verdissimo, opera in dieci volumi della De Agostini – Cento anni di vita del Casinò (realizzazione della Mostra e del catalogo – Sanremo story 2010 (Festival della Canzone).

Altre iniziative:  Presso la nostra sede di Sanremo in via Matteotti è stato nel tempo allestita una collezione privata di macchine fotografiche d’epoca che raccoglie un migliaio di pezzi prodotti nel modo a partire dal 1850. A queste si aggiungono i più svariati accessori come visori, esposimetri, ingranditori solari, stativi, proiettori, che segnano i primi cento cinquantanni di vita della Fotografia. Sono anche comprese le prime immagini scattate a partire dal 1839 col dagherrotipo, gli ambrotipi, le ferrotipie e le prime stereografie. Infine il mini-museo comprende materiale pubblicitario di varie epoche e provenienze oltre ad una specifica sezione di immagini scattate dai fotografi della provincia dalla fine dell’ottocento sino alla prima guerra mondiale. Questa documentazione ha permesso di realizzare una Mostra dei Fotografi sanremesi dell’800 ed ha fornito materiale alle due grandi mostre sui Fotografi Liguri dell’ottocento ed alla redazione dei due libri catalogo editi dalla Banca Carige.

Alcuni link che testimoniano momenti dell’attività della Moreschiphoto:

Sanremo 2011 –  Una troupe televisiva tedesca sulle tracce di Stanlio e Olio…..

Nel 1925 Gianni Moreschi fotografò la più famosa ballerina dell’epoca……