Galli Tommaso camp. europeo pesi Gallo 1965

19 AGOSTO 1965 GALLI CAMPIONE EUROPEO – cronaca di Alfredo Bruno

Non solo fiori e canzoni, ma pugni quella sera al Teatro Ariston di San Remo. Il romano Tommaso Galli, 24 anni, si batteva per il titolo europeo dei pesi gallo. L’organizzatore Rodolfo Sabbatini credeva molto in questo giovanotto proveniente dal vivaio della Centocelle. L’avversario era un nome molto conosciuto dagli sportivi italiani, si trattava del marocchino Mimoun Ben Alì. Il pugile residente in Spagna aveva una personalità di grande combattente, aggrediva i suoi avversari fin dal primo minuto per imporre la battaglia a media distanza dove i suoi ganci diventavano determinanti. Galli aveva bruciato le tappe e aveva dimostrato in pieno il suo valore superando ai punti Federico Scarponi per il titolo italiano, la sua tecnica e il suo colpo d’occhio erano eccezionali. Quella sera il romano confermò le sue doti fuori del comune che unite alla sua giovinezza ebbero nettamente la meglio sul vigore fisico e l’esperienza di Ben Alì.  La superiorità di Galli era apparsa evidente fin dalle prime battute per consolidarsi ancora di più nelle ultime riprese. Ben Alì le provò tutte anche a cambiare guardia, ma il risultato era sempre lo stesso, anzi lo spagnolo in alcune occasioni era parso in difficoltà di fronte al diretto sinistro spesso doppiato dal destro. Erano colpi secchi, che sembravano telecomandati. La lettura del verdetto apparve come una pura formalità tanto era evidente la vittoria di Galli, che nel progredire della sua carriera conquisterà l’europeo anche dei piuma e superpiuma.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.