La pista ciclabile del Ponente ligure, nel suo insieme, può anche essere definita un insolito parco orizzontale che, per ora, si estende lungo 24 chilometri ed attraversa una zona ad alto contenuto naturalistico, contrassegnata da una concentrazione di specie botaniche spontanee di grande rilievo.  

Ci troviamo di fronte ad un peculiare ed affollato corridoio che oggi vede l’ulteriore mescolanza delle specie indigene con quella esotiche importate negli ultimi secoli a scopo ornamentale o commerciale. Questa importante struttura è stata oggetto di una ricerca fotografico-naturalistica da parte dei Moreschi che ne hanno messo in rilievo tutte le peculiarità ambientali, sociali e turistiche con particolare approfondimento per il vistoso patrimonio floreale che fa da contorno al percorso.  Ne è stato tratto un libro dal Titolo I FIORI DELLA PISTA CICLABILE

The cycle path of the Ligurian West, as a whole, can also be felt as an unusual horizontal park which is actually extended along 24 kilometers of seaside: it crosses an area with a high naturalistic content, marked by a concentration of spontaneous botanical species of great importance. We are faced with a peculiar and crowded corridor that today sees the further mixing of indigenous species with exotic ones, imported in recent centuries for ornamental or commercial purposes. This important structure has been the subject of a photographic-naturalistic research by the Moreschi who have highlighted all the environmental, social and tourist peculiarities with particular attention to the showy floral heritage that surrounds the route.