COPPI FAUSTO campione ciclismo

Angelo Fausto Coppi, soprannominato “il Campionissimo” o “l’Airone” dagli appassionati, è considerato dai tecnici e uno dei pochissimi corridori ad avere titolo nel contendere il primato di miglior pedale di tutti i tempi; formidabile passista, eccezionale scalatore, anche se non dotato di un particolare spunto veloce era un corridore completo e adatto ad ogni tipo di competizione su strada. Professionista dal 1939 al 1959, si impose sia nelle più importanti corse a tappe sia nelle maggiori classiche di un giorno. Vinse cinque volte il Giro d’Italia (1940, 1947, 1949, 1952 e 1953), un record condiviso con Binda e Merckx, e due volte il Tour de France (1949 e 1952), diventando anche il primo ciclista a conquistare le due corse nello stesso anno. Fra i suoi numerosi successi nelle gare in linea vanno ricordate le cinque affermazioni al Giro di Lombardia (1946, 1947, 1948, 1949 e 1954), record, le tre vittorie alla Milano-Sanremo (1946, 1948 e 1949), e i successi alla Parigi-Roubaix e alla Freccia Vallone nel 1950. Divenne campione del mondo professionisti nel 1953. Primeggiò anche nel ciclismo su pista: fu campione del mondo d’inseguimento nel 1947 e nel 1949 e primatista dell’ora (con 45,798 km) dal 1942 al 1956. Nelle foto che mostrano i suoi momenti nella nostra città lo vedono complimentarsi con Petrucci per la sua prima vittoria nella classicissima; nell’atelier del Sarto Lo Monaco  mentre misura un soprabito; infine all’arrivo a Sanremo della tappa del Tour de France del 1958, mentre a fianco della prima moglie cerca di  avvicinarsi all’amato rivale Gino Bartali  che arriverà primo a Parigi. Accanto a Coppi un’altro sportivo d’eccezione , il pugile Musina per anni ospite di Sanremo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.